10 Foce dei Casoni - La Spezia - sitobici

Vai ai contenuti

Menu principale:

Liguria trekking mtb
Lunghezza: km 36,000
Ciclabilità: 100%
Sterrato: 18% km 6,600
Quota min: m 5
Quota max: m 1.052
Dislivello positivo: m 150
Dislivello negativo: m 1.139

Tappa 10

dalla Foce dei Casoni a La Spezia
dalla Foce dei Casoni (994 m – km 0) a Calice al Cornoviglio (394 m – km 13,400)
     Dalla locanda dei Casoni si gira dietro la casa gialla imboccando l’ampia sterrata in direzione di Calice al Cornoviglio, prosecuzione della Via Reggia.
     Raggiunta in leggera salita la quota massima della tratta (1.052 m slm; km 2,800) si pedala lungo un panoramico falsopiano che contorna le pendici del monte Cornoviglio.
     Si inzia ora a scendere attraverso un rado bosco tralasciando il bivio seguito dal sentiero dell’Alta Via per arrivare in località Nove Fontane 932 m (km 5,000) (ndr.: fino a qualche anno fa se ne trovava almeno una, ora neppure quella).
     Alla biforcazione si lascia sulla sinistra la deviazione per Mulazzo girando invece a destra, continuando a scendere su pendenza che tende ad incrementarsi. Giunti al km 6,600 si passa a pedalare su un asfalto fortemente deteriorato che porta da un bivio (km 8,200): qui si tiene la destra, lasciando a sinistra la laterale per Tresana.
     Solo cento metri dopo si tira dritti, anche in questo caso ignorando la stradina che scende sulla sinistra. Usciti su un piazzale si è in prossimità della frazione Santa Maria e poche centinaia di metri dopo si va a sinistra, bivio a destra per Villagrossa, quindi ancora a sinistra all’incrocio successivo.
     Un tratto in falsopiano porta il biker a Calice al Cornoviglio 394 m (km 13,400), antico borgo raccolto alla estremità di un poggio dominante la valle del Vara.
     A Calice, ospitato all’interno del castello Doria Malaspina, si trova un interessante museo del miele.

da Calice al Cornoviglio (394 m – km 13,400) a La Spezia (5 m – km 36,000)
     Usciti dall’abitato si scende lungo la valle del torrente Usurana, facendo attenzione alle strette curve e ai tornanti dei primi due chilometri, caratterizzati da una pendenza molto accentuata.
     Al km 18,600 si supera la frazione Pantanelli: qui si stacca sulla sinistra una variante che va poi a ricongiungersi con l’itinerario principale, ma risulta più lunga di alcuni chilometri e soprattutto incrementa il dislivello positivo.
     Si continua dunque dritti fino all’incrocio con la provinciale di fondovalle, in località Martinello 56 m (km 20,200): qui si gira a sinistra costeggiando il corso del fiume Vara.
     In piano si attraversa la frazione Piano Madrignano, qui arriva la variante da Pantanelli, girando poi a destra per imboccare il ponte sul Vara.
     Oltrepassate le frazioni Piana Battolla e Castello si arriva a Follo 36 m (km 26,700), continuando per un chilometro fino ad un bivio (km 27,800) ove si gira a destra (a sinistra per Ceparana).
     Un lungo rettilineo raggiunge la frazione Bottagna, da cui si risale brevemente per uscire al colletto della Madonna di Buonviaggio 112 m (km 31,500). In discesa si supera al fondo un ponticello tenendosi poi verso sinistra, ormai alla periferia di La Spezia.
     Ai due successivi incroci si tira dritti, seguendo il viale Italia che piega leggermente verso destra. Inseriti nel traffico cittadino, si percorre il rettilineo fino al piazzale sulla destra ove si trova il municipio di La Spezia 5 m (km 36,000).
 
Torna ai contenuti | Torna al menu