23_Bardineto b - sitobici

Vai ai contenuti

Menu principale:

Cicloturismo
La Foresta Barbottina
e il lago di Osiglia

Località di partenza/arrivo: Bardineto (SV) 711 m slm
     Lunghezza totale: km 59,1
     Percorrenza totale in salita: km 9,0+
     Dislivello positivo: m 632
     Quota min: m 483 slm
     Quota max: m 1.028 slm
     Accesso stradale: uscita al casello di Millesimo della A6 Torino-Savona. Si risale la val Bormida fino a Bardineto (da Millesimo 29 chilometri).
     Partenza: l'itinerario ha inizio dal parcheggio presso la chiesa ed il municipio.
da Bardineto [711 m - km 0] a Osiglia Borgo [689 m - km 25,5]
dislivello positivo m 404
     Si percorre lo scorrevole fondovalle fi no a Calizzano 647 m [km 6,0], svoltando a destra alla rotonda, in direzione di Finale Ligure.
     I primi chilometri corrono via facilmente, in leggera ascesa, quindi, entrati nel cuore della Faggeta, la strada si restringe e prende a salire con più decisione. La salita si conclude sul piazzale del colle del Melogno 1.028 m [km 14,7]; locanda.

     L’importanza strategica del colle è testimoniata dalla presenza dei resti delle fortificazioni poste a sua difesa, mentre oggi costituisce il nodo di una serie di sentieri, sterrate e strade secondarie che qui convergono da varie direzioni, facendone abituale luogo di ritrovo per ciclisti, bikers ed escursionisti.

     Dal colle si scende per poco più di un chilometro superando le case della frazione Melogno, ove si trova un rifugio escursionistico, fino al bivio di Cà del Din 944 m, località nota anche col nome di Osteria del Mago: qui si svolta a sinistra, in leggera salita per poco meno di un chilometro.
     Arrivati ad un quadrivio 967 m [km 17,0] si prende a sinistra, ignorando sia la strada che prosegue sulla destra ancora in salita verso Pian dei Corsi e Feglino, sia quella che si apre davanti e che scende verso il paese di Bormida.

     In falsopiano si traversa diagonalmente il fi anco del monte Settepani, un tratto scorrevole e molto panoramico che continua poi con una bella discesa fino al colle Baltera 804 m [km 22,7], riconoscibile anche e soprattutto per il vistoso impianto eolico.
     Al bivio si gira a sinistra, abbandonando la provinciale che continua a scendere verso l’abitato di Bormida. La conca che ospita l’ormai visibile lago di Osiglia viene raggiunta con una veloce discesa ricca di curve e tornanti attraverso il bosco, fino alla frazione Borgo di Osiglia 689 m [km 25,5]; fontana.

     Da Borgo si stacca una carrareccia, in parte sterrata, che supera il crinale in località Pian Sottano per scendere poi alla frazione Riofreddo, ove si trova la Ferriera. Si tratta di un antico passaggio parte di una rete di collegamenti che comprendeva anche il monte Settepani e il colle del Melogno, aree da cui veniva tratto il legname per alimentare proprio la Ferriera.

da Osiglia Borgo [689 m - km 25,5] a Bardineto [711 m - km 59,1]
dislivello positivo m 228
     In falsopiano si attraversa l’abitato di Osiglia, sparso fra più nuclei, fino ad una biforcazione tra le case, a ridosso del bacino artifi ciale: l’itinerario prosegue sulla destra costeggiando la destra idrografi ca del lago, ma in alternativa è possibile imboccare la stradina che si apre sulla sinistra e continuare sul lato sinistro, una variante tipicamente escursionistica che offre l’opportunità di un gradevole pic-nic lungo le sponde o al riparo del bosco.
     Da questa variante si va a riprendere il tracciato originale più a valle, traversando il lago sulla stretta passerella, comunque anche carrabile, che si intravvede.

     In ambedue i casi si arriva allo sbarramento [632 m; km 30,0], da cui si scende verso il fondovalle.
     Occorre prestare una certa attenzione alle prime curve, molto strette e su pendenza piuttosto accentuata: il tratto è breve e ben presto la pendenza si attenua.
     Arrivati sul fondovalle della val Bormida, al bivio [483 m; km 35,0] si gira a sinistra per risalire lo scorrevole fondovalle del ramo di Millesimo della Bormida, poco più di una ventina di chilometri.
     In successione si superano le varie frazioni di Murialdo, tra cui Riofreddo [km 47,7], quindi Calizzano 647 m [km 53,1] e infine gli ampi pratoni che precedono il rientro a Bardineto 711 m [km 59,1].
 
Torna ai contenuti | Torna al menu