26_Montebruno - sitobici

Vai ai contenuti

Menu principale:

Archivio ciclo

La val Trebbia vista dall'alto

Località di partenza/arrivo: Montebruno (GE) 655 m slm

     Lunghezza totale: km 51,4
     Percorrenza totale in salita: km 17,0
     Dislivello totale: m 1.021
     Quota min: m 584 slm
     Quota max: m 1.203 slm
     Accesso stradale: da Busalla, casello della A7 Milano-Genova, si segue la provinciale della valle Scrivia fino al nodo di Laccio. In alternativa da Genova Prato si risale la provinciale per il passo della Scoffera arrivando ugualmente al nodo di Laccio.
     Da Laccio si segue la variante a scorrimento veloce che evita l'attraversamento di Torriglia ed esce in val Trebbia, proseguendo fino a Montebruno.
     Partenza: l'itinerario ha inizio dal parcheggio presso il Santuario.
da Montebruno [655 m - km 0] al passo della Scoglina [912 m - km 11,5]
dislivello positivo m 477
     La pedalata affronta subito l’impegnativa salita che porta a Barbagelata, una ascesa breve che tuttavia richiede l’uso di rapporti agili e ritmi di pedalata ben cadenzati. La pendenza si accentua in corrispondenza di alcuni stretti tornanti, da affrontare allargando il raggio della curva.
     Questo primo tratto si conclude all’altezza della frazione Costafi nale 1.083 m [km 5,8]: da qui in avanti la strada diviene meglio pedalabile e raggiunge, con un bel mezzacosta, le case di Barbagelata, frazione di Lorsica.

     Ancora un brevissimo tratto in leggera salita e si esce alla sommità del crinale che separa la val Trebbia dalla val d’Aveto, a quota 1.132 m [km 7,5].
     Splendido punto panoramico sui rilievi del levante ligure.
     Passati sul versante opposto, si scende con una serie di belle curve attraverso il bosco al passo della Scoglina 912 m [km 11,5], punto di collegamento tra la valle del Malvaro, laterale della val Fontanabuona, e la stessa val d’Aveto.

     Proprio nei pressi del valico si trovano le sorgenti dell’Aveto e un’area attrezzata per la sosta, ma il ciclista che voglia meglio orientarsi nella zona non mancherà di affacciarsi dal colle per gettare lo sguardo sulla sottostante valle del Malvaro e la strada che raggiunge appunto la Scoglina: si tratta di una delle più spettacolari salite dell’entroterra di Genova, 8,5 chilometri con una pendenza media del 7,4%.

dal passo della Scoglina [912 m - km 11,5] a Fontanigorda [803 m - km 35,2]
dislivello positivo m 378
     Dopo aver piegato sulla sinistra si prosegue su falsopiano scorrevole superando le frazioni Sbarbari [km 14,8] e Priosa [km 17,0], trattoria e fontana nel centro dell’abitato, per attraversare poi ampi pratoni e raggiungere Parazzuolo 825 m [km 18,9], all’incrocio con la provinciale che sale da Carasco attraverso il valico della Forcella.
     Si svolta a sinistra per toccare l’abitato di Cabanne [km 20,8], bar-ristorante, e trovarsi ad una biforcazione [km 21,3]: qui si lascia la provinciale che prosegue verso Rezzoaglio per imboccare sulla sinistra la strada che riporta in val Trebbia, seguendo la segnaletica per Fontanigorda.

     Ad un primo breve tratto in salita segue un lungo rettilineo appena ascendente che precede la vera ascesa al colle, raggiunto dopo aver superato la frazione Garba 1.019 m. La salita termina al passo del Fregarolo 1.203 m [km 27,6], sul crinale che separa la val d’Aveto dalla val Trebbia.

     La successiva discesa nel bosco raggiunge Casoni 876 m [km 31,5]: al bivio si piega a destra per Fontanigorda, mentre a sinistra (segnaletica per Canale) si può abbreviare il percorso raggiungendo più velocemente il fondovalle della val Trebbia e quindi Montebruno.
     L’itinerario va poi ad incontrare una ulteriore biforcazione al km 34,8 ove si continua dritti ancora in direzione di Fontanigorda; anche in questo caso è possibile seguire una variante che taglia direttamente su Loco, in val Trebbia, riprendendo l’itinerario qui descritto al km 44,9.
     Poco oltre quest’ultimo bivio si arriva a Fontanigorda 803 m [km 35,2], frequentata località turistica della media val Trebbia.

da Fontanigorda [803 m - km 35,2] a Montebruno [655 m - km 51,4]
dislivello positivo m 166
     Da Fontanigorda si traversa in diagonale fi no alla vicina Casanova 898 m [km 38,4] superata la quale riprende la discesa, caratterizzata da una serie di tornanti in rapida successione.
     All’inserzione con la strada di fondovalle, in località Ponte di Rovegno 584 m [km 43,6] si piega a sinistra: oltrepassato il paese di Loco (km 44,9) si prosegue lungo la scorrevole provinciale superando in sequenza il bivio per Cassingheno, la località Due Ponti, il bivio per Canale e Casoni [km 49,6] per chiudere infine il tracciato a Montebruno 655 m [km 51,4], deviando appena prima dell’abitato a sinistra per il Santuario.
 
Torna ai contenuti | Torna al menu