45_Brugnato - sitobici

Vai ai contenuti

Menu principale:

Cicloturismo

Dalla via Aurelia alla via Reggia

Località di partenza/arrivo: Brugnato (SP): m 113 slm
     Lunghezza totale: km 44,3
     Percorrenza totale in salita: km 10,0+
     Dislivello positivo: m 663
     Quota min: m 56 slm
     Quota max: m 679 slm

     Accesso stradale: dal casello di Brugnato-Borghetto lungo la A12 Genova-Livorno si va a destra per un chilometro.
     Partenza: l'itinerario ha inizio dalla piazza del municipio.
da Brugnato [113 m - km 0] a Calice al Cornoviglio [394 m - km 22,5]
dislivello positivo m 606
     Si esce dalla piazza seguendo la segnaletica per La Spezia quindi, all’incrocio con la provinciale, si piega sulla sinistra in direzione di Rocchetta.
     Si percorre un falsopiano appena ascendente che costeggia il corso del torrente Gravegnola, arrivando a Rocchetta Vara 228 m [km 3,9]; qui, alla biforcazione [km 4,1] si lascia il ramo che prosegue verso Pieve di Zignago, svoltando invece a destra su per una breve salita.
     In questo tratto la strada si fa tortuosa, con molte curve, fino ad un bivio 442 m [km 6,9]: si ignora la laterale che va verso Sùvero per rimanere sulla destra e arrivare all’abitato di Veppo, esattamente in località Piazza 443 m [km 9,5].

     Al bivio si continua dritti, ma si tenga presente che la deviazione sulla destra porta direttamente al km 29,3 di questo itinerario, in località Martinello; il percorso viene abbreviato, ma occorre risalire fino a quota 704 metri, in prossimità del monte Cuccaro, prima di scendere sul fondovalle.

     Superata anche la località Montale 485 m [km 10,0] si pedala lungo un mezzacosta che porta prima ad un colletto 679 m [km 13,2] e quindi ad un tratto leggermente mosso, con lievi variazioni di pendenza.

    Il panorama va intanto allargandosi sui rilievi circostanti e sulla vallata del Vara, disseminata di piccoli agglomerati.

     In discesa si toccano le frazioni di Borseda 541 m [km 15,2] e di Debeduse 509 m [km 16,1], per risalire ad un bivio 546 m [km 18,1]: qui si prosegue dritti, lasciando sulla sinistra la deviazione per i Casoni, minuscolo agglomerato lungo la “Via Reggia”, splendido itinerario sterrato a cavallo del crinale che separa la Liguria dalla Toscana.
     Poco oltre si passa Villagrossa 549 m [km 19,1], quindi, dopo una brevissima rampa, si scende sulla località Molunghi 418 m e circa un chilometro dopo si è nell’abitato di Calice al Cornoviglio 394 m [km 22,5].

     Il paese è base di partenza per escursioni verso il monte Cornoviglio, oltre a trovarsi alla estremità orientale del lungo traverso che parte dal passo del Rastrello e che include anche la citata Via Reggia.
     A Calice, ospitato all’interno del castello Doria Malaspina, si trova un interessante museo del miele.
     Dal centro dell’abitato si passa sotto un basso voltino per raggiungere la piazza del municipio e da qui si è subito al castello, splendido punto panoramico.

da Calice al Cornoviglio [394 m - km 22,5] a Brugnato [113 m - km 44,3]
dislivello positivo m 57
     Da Calice si discende, attenzione a due stretti tornanti poco sotto il paese, la verde valle del torrente Usurana, toccando la località Pantanelli 123 m [km 27,8].

     Qui si apre sulla sinistra la deviazione che con un tracciato tortuoso e che prevede anche una risalita fino alla quota di 495 metri scende poi sul fondovalle, in località Piano Madrignano, ove si trova il municipio di Calice, da cui un breve raccordo lungo il Vara riporta sul tracciato originario.

     L’itinerario prosegue fino ad incrociare la provinciale della val di Vara in località Martinello 56 m [km 29,3]: qui si svolta a destra.
     Subito dopo si incontra il bivio che proviene da Veppo (vedi al km 9,5) e ancora oltre la deviazione per Castiglione Vara, in località San Remigio.
     Si continua a pedalare lungo il Vara passando la frazione Cavanella fino a Oltrevara [km 35,0], dove si attraversa il fi ume per raggiungere sulla sponda opposta le case di Padivarma, sede del municipio di Beverino.
     All’incrocio con la via Aurelia [km 35,4] si svolta a destra, ancora lungo lo scorrevole tracciato frequentato da numerosi ciclisti, grazie allo scarso traffico e al bell’ambiente naturale: si è qui all’interno del Parco Naturale del Magra.
     Pochi chilometri e si arriva a Borghetto Vara 104 m [km 42,2]: dalla piazza si gira a destra lasciando la via Aurelia per passare nuovamente sulla sponda opposta del Vara e, dopo il casello autostradale, si rientra a Brugnato 113 m [km 44,3].
 
Torna ai contenuti | Torna al menu