59_Carasco - sitobici

Vai ai contenuti

Menu principale:

Cicloturismo

Anello del passo del Bocco

Località di partenza/arrivo: Carasco (GE) m 43 slm
     Lunghezza totale: km 48,9
     Percorrenza totale in salita: km 19,0+
     Dislivello positivo: m 1.043
     Quota min: m 43 slm
     Quota max: m 1.086 slm

     Accesso stradale: da Chiavari, casello della A12 Genova-Livorno, si va in direzione di Piacenza per sette chilometri.
     Partenza: l'itinerario ha inizio da piazza Umberto I.
da Carasco [43 m - km 0] al colletto [1.086 m - km 25,2]
dislivello positivo m 1.043
     Appena fuori dalla piazza si tiene la destra girando subito dopo ancora a destra all’incrocio con rotonda, imboccando la provinciale che risale la valle Sturla.
     Alcuni scorrevoli chilometri interrotti da brevi tratti in salita risalgono il fondovalle fino a Borgonovo 102 m [km 6,5]: qui, superato il voltino di ingresso all’abitato, si piega sulla destra per affrontare la salita al passo del Bocco, una delle più belle della Liguria in virtù della regolarità del suo sviluppo e dell’ambiente boschivo che le fa da contorno.

     Raggiunto il valico del Bocco 956 m [km 22,0], bar-ristorante, si eff ettua una conversione a sinistra per proseguire in leggera salita in direzione del vicino passo del Ghiffi 1.068 m [km 24,5], continuando ancora per un breve tratto in salita fi no ad uscire ad un colletto a quota 1.086 m slm [km 25,2].

dal colletto [1.086 m - km 25,2] a Carasco [43 m - km 48,9]
dislivello positivo nullo
     Si è qui a metà percorso, avendo peraltro superato l’intero dislivello. La seconda parte inizia con la velocissima discesa nella valle del Penna, ma occorre fare molta attenzione allo strettissimo tornante verso sinistra che si incontra quasi subito, avendo già acquistato una velocità elevata: arrivare lunghi può essere davvero pericoloso.

     La discesa continua con una serie di strette curve e tornanti ravvicinati tra loro, perdendo rapidamente quota. In sequenza si toccano le frazioni Belvedere 760 m [km 28,5], Vallepiana, Zanoni 535 m [km 31,3], fi no ad un ponticello [km 31,6] in corrispondenza della laterale che sale alla frazione Bevena e al rifugio di Pratomollo.

     Una brevissima rampa porta a Pratosopralacroce 577 m [km 32,1] e al bivio per la frazione Perlezzi, base di partenza per alcuni itinerari escursionistici all’interno del Parco dell’Aveto.
     La strada prosegue ora incassata nella stretta valle, fino a raggiungere, ormai prossimi a Borzonasca, il bivio [km 38,4] per l’abbazia di Borzone.

     Si tratta di un complesso sorto in origine come postazione militare, attorno al Vll secolo d.C., trasformato in monastero benedettino a partire dall’anno 1184.
     Nella torre campanaria si trova una lapide risalente all’anno 1244, anno di costruzione della stessa torre e della chiesa.

     Al fondo della discesa si entra in Borzonasca 167 m [km 38,9]; all’incrocio con la provinciale della valle Sturla si piega a sinistra per pedalare gli scorrevoli chilometri che raggiungono Borgonovo.
     Da questo punto il breve raccordo iniziale riporta nuovamente a Carasco 43 m [km 48,9].
 
Torna ai contenuti | Torna al menu