68_Ponzone - sitobici

Vai ai contenuti

Menu principale:

Archivio ciclo

Il Sassellese e l'altopiano di Ponzone

Località di partenza/arrivo: Ponzone (AL) 629 m slm


Lunghezza: km 46,800
Dislivello positivo: m 567
Percorrenza totale in salita: km 29,000
Quota min: m 240 slm
Quota max: m 775 slm
     Accesso stradale: dal casello di Ovada, lungo la A 26 dei Trafori, si prosegue per le località di Molare e Visone fino ad Acqui Terme. 
Si esce in direzione della provinciale della valle Erro deviando subito a sinistra in salita per Cavatore e Ponzone. Da Acqui Terme Ponzone dista tredici chilometri.
Da Albisola, casello della A10 Genova-Ventimiglia, si raggiunge Sassello: la località si trova circa a metà dell'anello, quindi può costituire una base di partenza alternativa.
     Partenza: dal centro dell'abitato.
     Il paese di Ponzone, il Pontianum citato in documenti del X secolo, rientra nella ristretta cerchia dei borghi più belli d’Italia in virtù della struttura architettonica del suo centro medievale. Lungo la via principale del borgo, facente parte dell’antico Marchesato Aleramico, sono allineate le case dei notabili, alcune impreziosite dai portali in pietra originali.

     Tra Ponzone e Isolabuona si trova il Santuario di N. S. della Pieve, anteriore all’anno Mille, che presenta una particolare Via Crucis articolata su due file parallele di Cappellette.
     Il Santuario si trova lungo il percorso seguito dai pellegrini che dal Cuneese si recavano in Terra Santa: posti tappa erano l’Abbazia di San Quintino a Spigno, una casa-ospedale a Montechiaro Alto, il Santuario di N. S. della Pieve, la Badia di Tiglieto prima di raggiungere il porto di Genova.

da Ponzone (629 m – km 0) a Sassello (384 m – km 23,400)
dislivello positivo m 176
     Dal centro storico si esce in breve ad incrociare la provinciale, girando a destra. Percorso un chilometro in discesa al bivio si va a destra, ancora in discesa contornando il rilievo su cui sorge il paese. Ad una biforcazione si tiene la sinistra per arrivare in poco meno di quattro chilometri al Santuario della Pieve, raggiungibile con una breve deviazione.
     Ormai prossimi al fondovalle la strada attraversa alcuni pratoni prima di uscire sulla provinciale che collega Acqui Terme a Sassello, all’altezza della frazione Isolabuona (m 240 slm; km 6,500). All’inserzione si piega verso sinistra, superando subito dopo la laterale per Malvicino.
     Si risale ora il dolce falsopiano che costeggia il corso dell’Erro, una quindicina di chilometri ben pedalabili che superano in successione la deviazione per Pareto e Malvicino, quindi il bivio di Fondoferle (m 285 slm).
     Dalla località Fondoferle si può più che dimezzare l’anello tagliando verso Cimaferle, ma occorre superare un tratto in salita di tre chilometri attorno al 10% di pendenza. Vedi: Cicloturismo/Salite/Alessandria/Al-005/Cimaferle da Fondoferle.
     Superata anche in località Ponte Erro la laterale per Mioglia e Pontinvrea e attraversato l’ampio pianoro della Maddalena si affronta un breve tratto in salita per superare un colletto (m 416 slm) e scendere su Sassello (m 384 slm; km 23,400).
     La località è un noto centro turistico, particolarmente apprezzato dagli escursionisti e dai bikers che frequentano i sentieri e le sterrate all’interno del Parco Naturale del Beigua. In paese si trova un fornito punto informazioni del Parco.

da Sassello (384 m – km 23,400) a Ponzone (629 m – km 46,800)
dislivello positivo m 391
     In corrispondenza dell’incrocio si gira a sinistra uscendo dall’abitato, in falsopiano prima e in leggera salita poi attraverso il bosco fino al bivio in località Croce di Grino (m 598 slm; km 29,800): qui si lascia sulla destra la strada che prosegue per la frazione Palo e San Pietro d’Olba per effettuare una inversione sulla sinistra e continuare in salita.
     L’ambiente cambia radicalmente, sempre più aperto e per un breve tratto anche roccioso, fino al Passo di Bric Berton (m 775 slm; km 32,800); splendido punto panoramico.
     Il percorso si snoda ora lungo l’altopiano di Ponzone, una sequenza di brevi salite e discese con pendenza contenuta che va a toccare le varie frazioni di Ponzone.
     Ecco allora Moretti, Pian Castagna, Abasse, quindi il bivio (km 39,800) per Morbello, Cassinelle e la valle Orba; poco oltre si arriva a Cimaferle (m 674 slm) e ancora Chiappino.
     L’anello si chiude di fatto all’incrocio incontrato al primo chilometro, da cui occorre risalire a Ponzone (m 629 slm; km 46,800).
 
Torna ai contenuti | Torna al menu