6_Breil - sitobici

Vai ai contenuti

Menu principale:

Archivio ciclo
Anello delle valli
Roja e Bevera

Località di partenza/arrivo: Breil (Francia) 286 m slm


     Lunghezza totale: km 44,5
     Percorrenza totale in salita: km 15,0+
     Dislivello positivo: m 892+
     Quota min: m 139 slm
     Quota max: m 879 slm
     Accesso stradale: da Ventimiglia, casello della A10 Genova-Ventimiglia, si risale la val Roja fino a Breil.
In alternativa da nord si risale la val Vermenagna da Borgo San Dalmazzo fino al tunnel del Tenda, per scendere poi su Breil.
     Accesso ferroviario: Breil si trova lungo la tratta Cuneo-Ventimiglia.
     Partenza: l'itinerario ha inizio dal parcheggio della stazione ferroviaria.
da Breil [286 m - km 0] a Sospel [338 m - km 23,0]
dislivello positivo m 364+
     In leggera discesa si attraversa l’abitato continuando a pedalare lungo lo scorrevole fondovalle della val Roja, toccando la località Fanghetto, valico di frontiera non più attivo, fino a San Michele 139 m [km 10,8]; qui si imbocca sulla destra la deviazione per Olivetta e Sospel.
     Scalati rapidamente i rapporti del cambio si aff ronta la salita al col de Vescavo, pedalabile nella prima parte fi no al paese di Olivetta [288 m; km 13,2]: all’uscita dalle case si deve superare un tratto di poco più di un chilometro con pendenza che improvvisamente si accentua, resa ancor più impegnativa a causa dell’asfalto ruvido.
     Raggiunta la quota di 367 m si può rifiatare grazie ad un tratto di quattrocento metri in discesa con tornanti, per riprendere poi a salire con pendenza irregolare e con alcuni brevi passaggi impegnativi.
     L’uscita al col de Vescavo 478 m [km 16,5], offre l’occasione per una sosta, utile per ammirare lo splendido panorama sulla valle del Bevera.

     Il torrente Bevera nasce in territorio francese, ma passa poi in Italia andando a confl uire nel Roja, poco a monte della città di Ventimiglia.
     Nella sua parte finale corre alle pendici del monte Grammondo, la cui cima si eleva fino a 1.376 metri di quota sul crinale di confine tra Italia e Francia, un balcone panoramico di assoluta bellezza.

     Si riprende in discesa, facendo attenzione agli strettissimi tornanti che si incontrano subito, fino ad un ponte [353 m; km 18,7], oltre il quale la strada assume un andamento irregolare, in pianura prima e quindi nuovamente in discesa fino al km 20,1 [quota 337 m].
     Ormai all’altezza delle prime case si pedala in leggerissima salita fino ad incrociare [351 m; km 20,9] la strada che sale al col de Brouis: dopo aver svoltato a sinistra si continua perdendo leggermente quota fino al ponte sul torrente Bevera ed entrare in Sospel 338 m [km 23,0], trovandosi nella parte bassa dell’abitato.
     La cittadina ha una impronta marcatamente turistica ed invita ad una sia pur breve visita, anche per ammirare il bel ponte medievale sul torrente Bevera.

da Sospel [338 m - km 23,0] a Breil [286 m - km 44,5]
dislivello positivo m 528
     Da Sospel si ritorna all’incrocio incontrato al km 20,9 [si è ora al km 25,1] proseguendo dritti in direzione del col de Brouis.
     Da questo punto la salita si sviluppa per 10 chilometri in un ambiente molto aperto, su strada ampia e con una pendenza che non impegna oltre misura, valutata attorno al 5% e abbastanza regolare. Al km 31 si trova una fonte e un’altra appena prima di uscire al colle.
     Raggiunto il col de Brouis 879 m [km 35,0], locanda, non rimane che lanciarsi nella bellissima discesa verso il fondovalle della val Roja, su pendenza inizialmente piuttosto accentuata che nella parte finale diviene irregolare, con continue variazioni.
     Occorre peraltro fare attenzione ad alcune curve piuttosto chiuse che vanno affrontate controllando la velocità.
     Al fondo si svolta a destra per rientrare al parcheggio presso la stazione ferroviaria di Breil [km 44,5].
 
Torna ai contenuti | Torna al menu