9_Alassio - sitobici

Vai ai contenuti

Menu principale:

Cicloturismo

Pedalata in val Lerrone

Località di partenza/arrivo: Alassio (SV) 8 m slm
     Lunghezza totale: km 54,6
     Percorrenza totale in salita: km 20,0+
     Dislivello positivo: m 994
     Quota min: m 8 slm
     Quota max: m 667 slm
     Accesso stradale: uscita al casello di Albenga o di Andora sulla A10 Autofiori
     Accesso ferroviario: Alassio si trova lungo la linea Genova-Ventimiglia
     Partenza: il tracciato ha inizio dal parcheggio presso la stazione ferroviaria.
da Alassio [8 m - km 0] al passo Ginestro [667 m - km 23,0]
dislivello positivo m 659+
     Il percorso affronta subito la salita del Testico, lungo la strada provinciale che passa proprio alle spalle della stazione FS. La pendenza non è impegnativa, ma è comunque consigliabile fare un po’ di riscaldamento per le vie della città prima di partire.
     Superato il paese di Moglio [km 3,6] si incontra un bivio ove si tiene la sinistra, raggiungendo poco dopo uno splendido balcone panoramico in località Crocetta 335 m [km 6,1].
     Trascurando la deviazione sulla destra, da cui si proverrà al ritorno, si prosegue dritti, ancora in salita fino al km 8,6 [quota 420 m]: qui ha praticamente termine l’ascesa.

     Pedalando in assoluta scioltezza si raggiunge la Cappella di San Bernardo [km 12,4] in corrispondenza della quale si stacca una deviazione che scende verso Stellanello, mentre subito dopo si supera anche la laterale per la frazione Paravenna.
     Sempre tenendosi in quota si attraversa San Damiano frazione di Stellanello e, alcuni chilometri dopo, il paese di Testico 454 m [km 17,5]; bel punto panoramico dal piazzale della chiesa.

     In questo tratto, come del resto lungo l’intero percorso, si incontrano numerosi ristoranti: non manca perciò la possibilità di una buona sosta.

     Oltre le case di Testico si imbocca in salita il ramo destro di una biforcazione (il ramo di sinistra scende verso Stellanello), attaccando la facile salita verso il valico. Al km 19,1, in corrispondenza di un tornante sulla sinistra, si supera la deviazione per il paese di Ginestro, al centro di una ampia conca alla testata della val Lerrone.
     L’uscita al colle del Ginestro o Cesio 667 m [km 23,0], al confine tra le province di Savona e di Imperia, allarga l’orizzonte all’immediato entroterra imperiese e, più lontano, ai rilievi delle Alpi Liguri.

dal passo Ginestro [667 m - km 23,0] ad Alassio [8 m - km 54,6]
dislivello positivo m 335
     Qui, lasciata sulla sinistra la strada che scende ad incrociare la provinciale della valle Impero, si piega verso destra, iniziando a contornare dall’alto la val Lerrone. Il primo centro che si incontra è Vellego 408 m e subito dopo Degna [km 30,7], entrambe frazioni di Casanova. Da Degna una breve deviazione porta al Santuario della Visitazione.

     È questa una zona ricca di fasce coltivate ad ulivo. Numerosi anche i frantoi che, come nella migliore tradizione ligure, producono un olio di ottima qualità.

     Ormai al termine di un ampio semicerchio che di fatto ha avuto inizio dalla Crocetta si arriva a Borgo, sede del municipio di Casanova Lerrone 263 m [km 34,0].
     La successiva velocissima discesa raggiunge il fondovalle della val Lerrone in corrispondenza di una stretta curva a destra [km 37,6], da cui si pedala pressochè in piano attraverso la zona dei campi da golf di Garlenda.
     Giunti al km 41,3 [quota 35 m] si svolta a destra per Bossoleto, mettendo rapidamente mano al cambio: la strada prende infatti a salire con una pendenza alquanto accentuata fino all’abitato di Caso 214 m [km 44,5].

     In seguito la salita si attenua, portando il ciclista ad un colletto [370 m; km 47,8]: qui termina l’ascesa, ma i più allenati vorranno continuare fino alla sommità della collina che domina l’entroterra di Alassio e su cui sorge il Santuario della Guardia.
     Dal colletto, anch’esso magnifico punto panoramico, si prosegue verso destra in discesa trovandosi poi nuovamente al bivio della Crocetta 335 m da cui si rientra ad Alassio (km 54,6) ripercorrendo i chilometri iniziali.
 
Torna ai contenuti | Torna al menu