Bardineto Sassello foto - sitobici

Vai ai contenuti

Menu principale:

Liguria trekking ciclo
Calizzano
     La località si trova lungo il corso del ramo di Millesimo della Bormida, alla estremità di un pianoro che si allunga sino al paese di Bardineto, chiuso dalle vette dei monti Carmo, Lingo e Rocca Barbena.
     Il borgo è punto di confluenza di itinerari intervallivi che lo mettono in collegamento con il versante costiero attraverso il valico del Melogno e con la val Tanaro superando il colle del Quazzo in direzione di Garessio.
     Dalla vicina frazione di Caragnetta è anche possibile raggiungere la val Tanaro attraverso i valichi della Rionda e dei Giovetti.
Osiglia
     L'abitato si trova in una ampia conca che ospita il bacino artificiale, chiuso dai crinali spartiacque che lo separano rispettivamente dai rami di Millesimo e di Pallare della Bormida.
     La località è attrezzata per la pratica del canottaggio sportivo e di varie attività outdoor, in particolare l'escursionismo e la mountain-bike.
     Dalla frazione Borgo è possibile raggiungere per sentiero la vetta del monte Settepani ed il colle del Melogno, ma anche superare il crinale all'altezza di Pian Soprano e scendere sul piccolo agglomerato di Riofreddo e la Ferriera, sul fondovalle della Bormida di Millesimo nel tratto compreso tra Murialdo e Calizzano.
Mallare: l'Eremita
     Il Santuario di Santa Maria dell'Eremita o della Rotonda si trova lungo la strada, inizialmente asfaltata fino in località Cadotto, che dal centro dell'abitato va a raggiungere la Colla di San Giacomo lungo l'Alta Via dei Monti Liguri.
     Il complesso prende il nome dalla parte più antica di epoca romana, la Rotonda appunto, l'originaria struttura a forma circolare adibita a luogo di culto fin dal Vl secolo.
     Successivi rifacimenti succedutisi nei secoli hanno portato ad ampliamenti ed alla costruzione del campanile.
Napoleone in val Bormida
     Nelle valli della Bormida si ricorda la battaglia di Montenotte combattuta nell'aprile del 1796 tra l'esercito francese e le truppe austriache.
     I luoghi della battaglia vengono testimoniati con un itinerario turistico mentre l'evento storico viene rievocato con rappresentazioni in costume d'epoca che si tengono in alcuni paesi valbormidesi, tra cui Cosseria.
     Appena a monte di questa località si trovano i resti del castello.
Parco Naturale Regionale del Beigua - Geopark
     L'area protetta include i versanti settentrionale e meridionale del monte Beigua, la Foresta del monte Deiva, la zona circostante l'abbazia di Santa Maria alla Croce meglio nota come Badia di Tiglieto in valle Orba e una piccola area ove sono stati rinvenuti reperti di origne oceanica risalenti all'era giurassica.
     Proprio la vetta del Beigua con i suoi 1.297 metri di quota rappresenta una delle mete più frequentate, raggiungibile da ogni versante ed anche percorrendo l'Alta Via dei Monti Liguri nel tratto compreso tra il valico del Faiallo ed il colle del Giovo Ligure.
     A Sassello si trova un centro informazioni e all'interno del Parco è attivo un servizio di sherpa bus per escursionisti e bikers.
Sassello
     La localtà vanta eccellenze tra cui la Bandiera Arancione per la qualità dell'aria e la produzione dolciaria, oltre alla qualità dei servizi turistici offerti.
     Geograficamente si trova lungo la direttrice che da Albisola Superiore valica il colle del Giovo Ligure e prosegue lungo la valle dell'Erro fino ad Acqui Terme.
     Da Sassello sono facilmente raggiungibili sia l'altopiano di Ponzone sia la valle dell'Orba, come pure le frazioni disposte sul versante settentrionale del monte Beigua.
     In prossimità dell'abitato si trova la Foresta demaniale della Deiva, attraversata da un anello di una decina di chilometri percorribile anche in mountain-bike.
Sassello
     Il paese costituisce un frequentato punto di riferimento per la pratica di varie attività outdoor, approfittando anche della sentieristica curata dal Parco del Beigua.
     Escursioni a piedi, a cavallo ed in mountain-bike sono possibili lungo una fitta rete di sentieri e sterrate, con alcuni itinerari che raggiungono la panoramica vetta del Beigua.
     Ai cicloturisti sono offerti numerosi itinerari lungo strade in genere poco trafficate, potendo scegliere sia percorsi scorrevoli sia salite più impegnative, come la classica Alpicella - Monte Beigua.
     Particolarmente apprezzata la strada panoramica che attraversa l'ondulato altopiano di Ponzone, tra Sassello e Acqui Terme.
 
Torna ai contenuti | Torna al menu