Faje Beigua - sitobici

Vai ai contenuti

Menu principale:

Liguria mtb
 
Monte Beigua da Faje

Partenza: Faje 484 m slm – frazione di Varazze
Arrivo: monte Beigua m 1.287 slm
Lunghezza: km 11,300 (km 22,600 A/R)
Quota min: m 484 slm
Quota max: m 1.287 slm
Dislivello (D+): m 803
Ciclabilità: 100%
Sterrato: 72%
Profilo difficoltà: L 1 – D 2 – P 2 – T 1 – Q 2
Periodo consigliato: da aprile a novembre

Accesso: da Varazze si va in direzione di Sassello, girando poi a destra per salire alla frazione Casanova, da cui si prosegue per Faje. Da Varazze nove chilometri.

Dalla piazza della chiesa di Faje (m 484), fontana e parcheggio, si esce a destra in leggera salita, su asfalto per un chilometro. Passati a pedalare su una sterrata ampia e generalmente ben battuta si trova poco dopo una fonte (km 1,200), continuando a pedalare su pendenza moderata e su terreno scoperto.
Una serie di ampi tornanti porta il biker poco alla volta in quota, fino a che la sterrata si restringe ed inizia un lungo diagonale che taglia il pendio; questa seconda parte dell’itinerario offre ampi panorami verso la costa, con angoli di visuale che mutano di continuo.
Al termine di una brevissima discesa si scorge sulla sinistra una sorgente che scaturisce dalla roccia (km 6,700), quindi, ormai in quota, si superano alcuni tornanti appena sotto la vetta del monte Sciguello per uscire sull’ampio pianoro di Pra Riondo (m 1.096; km 9,100); rifugio-bar- ristorante.
Lasciata sulla destra la strada che scende verso la valle Orba si attacca su asfalto la salita, ora decisamente più impegnativa, che raggiunge la vetta del monte Beigua (m 1.287; km 11,300); ristorante-albergo. Sulla vetta sorge il santuario della Regina Pacis, da cui si potrebbe godere di uno spettacolare panorama se non fosse per la foresta di antenne qui presenti.
Sulla via del ritorno, giunti a Pra Riondo, è possibile allungare l’escursione imboccando la bella sterrata che taglia i pratoni, passa in prossimità del riparo di Casa Miniera e in circa due chilometri praticamente pianeggianti arriva all’altezza del bivio di Bric Resunnou, poco sotto la vetta del monte Rama, raggiungibile con un breve tratto a piedi.
Il ritorno per l’itinerario di salita.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu