Monti, valli e..tanto verde - sitobici

Vai ai contenuti

Menu principale:

Liguria trekking mtb
Monti, valli e ... tanto verde

     L’itinerario principale si snoda da Ventimiglia a La Spezia, lungo un tracciato costituito in buona parte da carrarecce e mulattiere, ciclabili senza difficoltà con la mountain-bike.
     I passaggi su asfalto non pongono problemi di traffico, trattandosi di stradine secondarie poco battute e spesso anche poco conosciute.
     L’orografia è quella tipica dell’entroterra ligure: una successione di salite e discese inframmezzate da spettacolari vie di crinale.

     Sorprenderà forse la frequenza con cui il cicloturista si troverà a pedalare immerso nella vegetazione: si consideri allora come la copertura boschiva della Liguria sia percentualmente la più elevata in Italia, annoverando siti di pregio quali le foreste di Gouta, del monte Ceppo, della Barbottina, del monte Penna, per citare solo alcune di quelle interessate dalla Traversata.
     Non solo boschi, tuttavia: un rilievo particolare va dato alle numerose aree protette attraversate, tra cui spiccano i Parchi Naturali Regionali delle Alpi Liguri, del Beigua, dell’Antola, dell’Aveto, di Montemarcello-Magra, di Marcarolo (quest’ultimo nel tratto piemontese).

     Un fattore di cui è bene tenere conto è dato dalla altitudine media della Traversata, soprattutto perché inatteso: i rilievi che emergono dallo spartiacque principale raggiungono quote relativamente non elevate (comunque spesso ben oltre i 1500 m slm e fino ai 2199 metri del monte Saccarello), ma si consideri che assommano complessivamente a circa duecento chilometri i tratti che corrono a quote superiori ai 1000 metri di quota, con frequenti escursioni sopra quota 1500 metri.

     Un trekking certo non estremo quanto a impegno fisico, ma da affrontare con la dovuta preparazione.
 
Torna ai contenuti | Torna al menu