Pratomollo - sitobici

Vai ai contenuti

Menu principale:

Liguria mtb
 
Anello Prato Sopralacroce-Pratomollo

Partenza: Prato Sopralacroce m 563 slm, frazione di Borzonasca
Arrivo: Pratomollo m 1.487 slm
Lunghezza: km 26,200
Quota min: m 548 slm
Quota max: m 1.487 slm
Dislivello (D+): m 939
Ciclabilità: 100%
Sterrato: 83%
Profilo difficoltà: L 1 – D 3 – P 2 – T 1 – Q 2
Periodo consigliato: da aprile a novembre

Accesso: da Chiavari si segue la provinciale per Santo Stefano d’Aveto fino a Borzonasca; qui si devia a destra per il Passo del Ghiffi, risalendo la stretta valle del torrente Penna. Superata la deviazione per Borzone si arriva a Prato Sopralacroce.

Dal centro dell’abitato, presso la nuova chiesa, si segue per 300 metri la provinciale in direzione del Passo del Ghiffi, in leggera discesa. Giunti al bivio (m 548 slm) per Pratomollo si gira a sinistra, segnaletica, iniziando a prendere quota.
Superata una serie di ripidi e stretti tornantini si tocca la frazione Bevena (km 2,700), passando poi a pedalare su una sterrata dal fondo compatto e ben battuto che taglia i pratoni con alcune ampie curve. La pendenza tende ora a diminuire, rendendo gradevole l’escursione; d’altra parte l’assenza di copertura boschiva se da un lato contribuisce all’ampiezza del panorama, dall’altro rende meno consigliabile questa salita nelle ore più calde delle giornate estive.
All’altezza del km 8,000 si svolta a destra ad una biforcazione (m 1.267 slm), lasciando a sinistra la carrareccia che va in direzione del Passo della Cappelletta e del lago delle Lame, nel cuore del Parco Naturale dell’Aveto.
Su pendenza ora appena più accentuata si taglia il pendio per uscire infine sull’ampia distesa di Pratomollo (m 1.487 slm; km 10,600). Qui sorge il rifugio di Pratomollo, base di partenza per escursioni verso i monti Aiona e Penna.
Tornati alla biforcazione (m 1.267 slm; km 13,200) si tiene la destra, in piano, lungo un panoramico traverso. Oltrepassato un primo bivio e superata una breve risalita attraverso il bosco ad una successiva biforcazione (km 15,900) si devia sulla sinistra, in discesa verso l’ampia conca del bacino artificiale di Giacopiane.
Percorsi circa tre chilometri si nota sulla destra una mulattiera che taglia i pratoni e va raggiungere il lago superiore; proseguendo dritti, si passa in prossimità del monte Agugiaia, in discesa più accentuata verso il fondovalle.
Giunti a ridosso dell’abitato di Perlezzi (m 596 slm; km 25,100) si torna a pedalare su asfalto; superata l’antica chiesa si raggiunge l’incrocio con la provinciale, andando a chiudere l’anello a Prato Sopralacroce (m 563 slm; km 26,200).

 
Torna ai contenuti | Torna al menu