Tenda Casterino - sitobici

Vai ai contenuti

Menu principale:

Liguria mtb
 
Casterino dal Colle di Tenda

Partenza: Colle di Tenda m 1.871 slm
Arrivo: Casterino m 1.560 slm
Lunghezza: km 16,000
Quota min: m 1.560 slm
Quota max: m 2.028
Dislivello (D+): m 228
Dislivello (D-): m 539
Ciclabilità: 100%
Sterrato: 75%
Profilo difficoltà: L 1 – D 2 – P 1 – T 1 – Q 2 (da Casterino al Colle di Tenda)
Periodo consigliato: da giugno a ottobre

Accesso: a) da Cuneo si segue la s.p. n. 20 risalendo la val Vermenagna fino a Limone Piemonte. Superati alcuni tornanti si devia a destra per imboccare la laterale che raggiunge il Colle di Tenda; b) da Ventimiglia si risale la val Roja fino al tunnel che entra il territorio italiano. Poco oltre si devia a sinistra per salire al colle.

Nota: sul versante francese, all’altezza dell’ultimo tornante prima del tunnel, si stacca sulla sinistra l’antica strada che raggiungeva il valico: si tratta di una stradina molto stretta con numerosi tornanti ed in alcuni punti esposta. La seconda metà della salita è sterrata.

L’itinerario si svolge interamente in territorio francese, in discesa lungo il Vallone di Casterino ed ai confini del Parco delle Meraviglie.
Il tracciato si sviluppa prevalentemente in discesa e può considerarsi la naturale prosecuzione della traversata da Monesi al Colle di Tenda, ove si pensi di sostare a Casterino e rientare il giorno seguente.

Dal valico si lascia sulla sinistra la carrareccia che scende verso il fondovalle della val Roja (vedi nota di accesso) per andare in leggera salita lungo una sterrata che raggiunge un colletto (m 1.906 slm) in prossimità del quale si trova una biforcazione: a destra si va verso la Rocca dell’Abisso raggiungendo il Forte Pernante mentre a sinistra, ed è la direzione da seguire, si abbandona la cresta di confine per entrare in territorio francese, pedalando lungo un falsopiano appena discendente.

Superata una fonte si arriva al poggio su cui sorgono le rovine del Forte de la Marguerie (m 1.847 slm; km 1,900) da cui si continua in piano lungo un ampio semicerchio che passa alle pendici della Punta Bussaia.
Passati a pedalare su asfalto molto deteriorato si arriva poco dopo ad un ponticello e quindi ad un bivio (km 6,300) all'altezza della Bergerie de Peyrefique; fonte. Qui si lascia sulla sinistra la deviazione per il Vallon de Caramagne proseguendo dritti, in salita su pendenza contenuta.

Attraverso il bosco si passa accanto ad alcune costruzioni uscendo sull’ampia cresta che separa il Vallon de Casterino dal Vallon de Caramagne. Terminato il tratto su asfalto si arriva al lungo rettilineo della Baisse de Peyrefique (m 2.028 slm; km 8,200). Segnaletica.
Alla sinistra il Vallone di Caramagma digrada verso la val Roja mentre sulla destra è visibile il gruppo del monte Bego.

Oltrepassata la Baisse si prosegue in piano fino ad una biforcazione ove si prende sulla destra la laterale che scende in direzione di Casterino (segnaletica), invertendo il senso di marcia.
Si perde velocemente quota mentre si passa sotto la costiera montuosa che fa capo alla Rocca dell’Abisso e alla Cima del Sabbione, seguendo la diagonale che taglia il pendio.

Termina qui il tratto su sterrato (km 13,200), ormai quasi sul fondo del vallone. Superata una brevissima rampa si è ai confini del Parco delle Meraviglie, in corrispondenza di un piccolo spiazzo da cui si stacca sulla destra una deviazione per il Vallone di Valmasque.

Poche centinaia di metri dopo una seconda laterale, anch’essa sulla destra, entra nel Vallone di Fontanalba ed effettua un ampio giro di circa cinque chilometri che esce poi a Casterino.
Ancora poche pedalate e si raggiunge l’abitato di Casterino (m 1.560 slm; km 16,000), piccola ma attrezzata località turistica.

Dal paese si costeggia il corso del torrentello per arrivare in breve al lago di Casterino, ai piedi del monte Agnelet.

Ritorno: per il medesimo percorso o seguendo l'itinerario n. 26 Colle di Tenda da Tende (vedi anche l'itinerario n. 31 raccordo Casterino - Tende).
 
Torna ai contenuti | Torna al menu