Trek 02 - sitobici

Vai ai contenuti

Menu principale:

Monviso trekking
Località di riferimento di questa traversata sono Castello, frazione di Pontechianale, in val Varaita e Villanova, frazione di Bobbio Pèllice, in val Pèllice.

02
Traversata dalla val Varaita alla val Pèllice
Rifugi: Alevè - Q. Sella - Giacoletti - Barbara Lowrie - Barant - Jervis

Partenza: rif. Alevè m 1.586 - Arrivo: rif. Jervis m 1.732
Lunghezza: km 39,900 - Dislivello: m 2.644 (D+) / m 2.498 (D-)
Quota min: m 1.586 - Quota max: m 2.817
Tipologia: sentiero - sterrata
Difficoltà: E / EE
Al punto di partenza

     Da Cuneo si raggiunge Busca e quindi Piasco, da cui si risale la val Varaita fino a Castello, frazione di Pontechianale.
     Il rifugio dell'Alevè si trova presso il piazzale da cui inizia il sentiero, duecento metri prima della frazione.
Primo tratto: da Castello al rifugio Quintino Sella

Quota partenza m 1.586 – Quota arrivo m 2.643
Quota minima m 1.586 – Quota massima m 2.764
Lunghezza: km 11,800 – Dislivello m 1.178 (D+) / m 121 (D-)

Rifugio dell’Alevè – Castello fraz. di Pontechianale – tel.: 347.7672234
Rifugio Quintino Sella – Lago Grande di Viso – CAI Saluzzo – tel.: 0175.94943
Bivacco Bertoglio al lago del Prete – CAI Savigliano – tel.: 0172.33472

Per la descrizione completa dell'escursione vedi l'itinerario n. 13 / Valle Varaita:
Rifugio Quintino Sella da Castello.
Secondo tratto: dal rifugio Quintino Sella al rifugio Giacoletti

Quota partenza m 2.643 – Quota arrivo m 2.741
Quota minima m 2.277 – Quota massima m 2.741
Lunghezza: km 6,500 – Dislivello m 471 (D+) / m 373 (D-)

Rifugio Quintino Sella – Lago Grande di Viso – CAI Saluzzo – tel.: 0175.94943
Rifugio Giacoletti – Colle Losas – CAI Barge – tel.: 0175.940104

     Dal rifugio si raggiunge il Colle di Viso (m 2.650 slm; km 0,500), da cui si stacca sulla destra la traccia che sale alla vetta del Viso Mozzo.
     Il sentiero è ora segnato dagli ometti che segnalano il miglior passaggio tra rocce montonate e gradoni, fino ad un passaggio leggermente esposto che supera un breve salto di roccia.
     Una serie di tornanti in discesa taglia il pendio a ridosso della Rocca Trune, quindi un lungo panoramico traverso che punta verso una ampia conca detritica.
     Si trovano qui in rapida sequenza (m 2.412 slm; km 2,700) due deviazioni sulla destra che scendono verso il lago Chiaretto e che vanno poi a confluire per arrivare a Pian della Regina.

     Ancora in discesa lungo un serie di ripidi tornantini si arriva al fondo della pietraia di origine morenica (m 2.277 slm) da cui si risale brevemente per uscire ad un colletto (m 2.316 slm; km 4,100), bel punto panoramico. Si trovano qui una bacheca ed alcuni cartelli segnaletici, uno dei quali indica la deviazione verso sinistra per il rifugio Giacoletti.
     Lasciato sulla destra il sentiero che scende verso Pian del Re si gira a sinistra per salire alla Colletta dei Laghi.
     Ad una breve discesa fa seguito un diagonale che passa poco a monte del lago Lausetto, proseguendo fino ad una biforcazione (m 2.566 slm): sulla sinistra la traccia va verso Punta Roma ed il Passo del Colonnello, mentre continuando dritti si va ad attraversare una pietraia cui fanno seguito alcuni tornanti.
     Con un ultimo tratto in salita si arriva all'ampia conca che esce all'altezza del Colle Losas, ove si trova il rifugio Giacoletti (m 2.741 slm; km 6,500).
Terzo tratto: dal rifugio Giacoletti al rifugio Barbara Lowrie

Quota partenza m 2.741 – Quota arrivo m 1.753
Quota minima m 1.753 – Quota massima m 2.817
Lunghezza: km 9,400 – Dislivello m 329 (D+) / m 1.317 (D-)
Nota: l'escursione percorre il Sentiero del Postino, classificato "EE"

Rifugio Giacoletti – Colle Losas – CAI Barge – tel.: 0175.940104
Rifugio Barbara Lowrie - Grange del Pis – CAI UGET Val Pèllice – tel.: 0121.930077

Per la descrizione della prima parte di questo tratto si veda l'itinerario n. 04 / Valle Po:
Rifugio Giacoletti via Sentiero del Postino.

     Il Sentiero del Postino va ad innestarsi sull'itinerario che da Pian del Re sale al Colle delle Traversette.
     All'incrocio (m 2.598 slm; km 1,600) si piega a sinistra per salire verso Pian Mait; superato un tratto ripido si nota sulla destra la segnalazione per il Colle Armoine: si tratta di una variante rispetto al tracciato originale che raggiunge Pian Mait, leggermente più breve ma equivalente per dislivello.
     In ambedue i casi si fa riferimento a Pian Mait (m 2.717 slm; km 2,200) da cui si lascia il tracciato che continua per il Colle delle Traversette imboccando il raccordo che va in direzione del Colle Armoine.
Per la descrizione del raccordo si veda l'itinerario n. 07 / Valle Po:
Raccordo Pian Mait - Colle Armoine

     Raggiunto il Colle Armoine (m 2.692 slm; km 3,800) si percorre in discesa il Vallone del Pis, al cui fondo si trovano la Grange del Pis ed il rifugio Barbara Lowrie (m 1.753 slm; km 9,400).
Per la descrizione di quest'ultima parte dell'escursione si veda l'itinerario n. 07 / Valle Pèllice:
Colle Armoine dalla Grange del Pis.
Quarto tratto: dal rifugio Barbara Lowrie al rifugio Barant

Quota partenza m 1.753 – Quota arrivo m 2.371
Quota minima m 1.728 – Quota massima m 2.371
Lunghezza: km 5,800 – Dislivello m 643 (D+) / m 25 (D-)

Rifugio Barbara Lowrie presso la Grange del Pis – CAI UGET Val Pellice – tel.: 0121.930077
Rifugio Barant al Colle Barant – Comunità Montana Val Pellice – tel.: 360.716471

     Dal rifugio si segue per quattrocento metri in discesa la strada fino al piazzale da cui inizia la sterrata per il Colle e il rifugio Barant.
Per la descrizione della salita vedi l'itinerario n. 01 / Valle Pèllice:
Colle Barant dalla Comba dei Carbonieri.
Quinto tratto: dal rifugio Barant al rifugio Jervis

Quota partenza m 2.371 – Quota arrivo m 1.732
Quota minima m 1.709 – Quota massima m 2.371
Lunghezza: km 6,400 – Dislivello m 23 (D+) / m 662 (D-)

Rifugio Barant al Colle Barant – Comunità Montana Val Pèllice – tel.: 360.716471
Rifugio Jervis alla Conca del Prà – CAI UGET Val Pèllice - tel.: 0121.932755
Ciabot del Prà alla Conca del Prà – tel.: 0121.953477

Per la descrizione completa dell'escursione si veda l'itinerario n. 02 / Valle Pèllice:
Colle Barant dalla Conca del Prà.
     Nota: l'itinerario viene seguito in senso contrario, ma la sua evidenza è tale da non porre problemi di orientamento.
Rientro a Villanova

     Dalla Conca del Prà si hanno tre opzioni per raggiungere Villanova, frazione di Bobbio Pèllice: seguire l’antica mulattiera che si interseca con la più recente sterrata (transito regolamentato), il meno battuto sentiero oppure la strada sterrata (in questo caso si veda l'itin. n 11/Valle Pèllice: Conca del Prà da Villanova).
     Il dislivello da coprire in discesa è di 505 metri.
     Da Villanova si percorre la val Pèllice fino a Bagnolo Piemonte.
 
Torna ai contenuti | Torna al menu